Preloader

SEI DI MILANO?

PRENOTA ONLINE E RITIRA IN NEGOZIO.

Se sei di Milano puoi prenotare le tue dolcezze telefonandoci o inviandoci una email.
Potrai così ritirare il tuo ordine presso il nostro negozio, in via Brera 5.

Confezioniamo ogni prodotto in eleganti packaging, per ogni occasione.

+39-02-78623698 reservations@faragecioccolato.it via Brera 5, Milano

Seguici su Instagram!

Blog

Se vuoi fare il figo usa l’erba cipollina: La mia versione della guacamole per tramezzini delicati

A Pasqua quest’anno ho promesso a me stessa che non mi sarei complicata la vita. Servizio a buffet, informale e divertente, pietanze semplici da preparare e soprattutto facili da digerire. Ecco il vero segreto per essere ricordati bene: non condannare i propri commensali a una digestione da boa delle amazzone.

Preparerò:
.piccoli tramezzini al salmone
.una torta salata ai carciofi
.delle polpettine di manzo
.cous cous con verdure e agrumi e
.degli spiedini di frutta fresca e prosciutto.

Eviterò piatti troppo speziati o piccanti, perché avrò ospiti dai 2 agli 89 anni e bisogna tener conto anche di questo quando si pianifica un menu.

Mi sono accertata che tra gli ospiti non ci siano persone allergiche né con particolari restrizioni alimentari. Un altro vantaggio dei piatti che ho scelto di preparare: possono essere consumati a temperatura ambiente e questo mi darà la massima libertà e flessibilità nel preparare la tavola con un piccolo anticipo rispetto all’ora di arrivo dei miei ospiti. Quando arriveranno sarà tutto pronto.

Ma non è tutto! Questi piatti così semplici possono essere consumati anche il giorno dopo e se dovesse avanzare qualcosa, andrà benissimo per la gita in campagna di “Pasquetta”.

Scriverò qui la mia versione delicata della guacamole, questa deliziosa salsa di origine messicana, risalente agli Aztechi, a base di avocado e lime. Gli Aztechi erano dei buongustai e tra cioccolata e guacamole fanno parlare di sé a distanza di svariati secoli. Ma ho adattato la ricetta originale, che prevede l’utilizzo del lime e di un particolare tipo di peperoncino verde Serrano del Sol.

Userò il limone di Sicilia al posto del lime, e aggiungerò dadini di pomodoro oltre all’erba cipollina al posto della cipolla. Il peperoncino sarà per un’altra volta.

Il limone di Sicilia è incredibilmente profumato e questo ci consente di approfittare di questa sua virtù proprio mentre prepariamo il guacamole: c’è piacere anche nell’utilizzo degli ingredienti dall’aroma evocativo. Appena si taglia il limone si sprigiona la sua fresca fragranza. Una volta spremuto il limone terrò da parte la buccia consumata, che strofinerò tra le dita per poter togliere l’odore del salmone che taglierò a coltello.

Non uso la cipolla, ma l’erba cipollina. La taglio a piccoli pezzetti con un paio di forbici, evitando così di schiacciare e far annerire la delicata erba aromatica.

Una piccola parentesi la dedico all’avocado, frutto che conosco molto bene. Da bambina, in Brasile avevo, nel cortile di casa, un’altalena su un enorme albero di avocado, curato con zelo da mio padre, che orgoglioso e meravigliato diceva: “ci dà frutti da un chilo!”

Per scegliere bene l’avocado da usare per questa salsa tastate il frutto, che a prescindere dal colore della buccia (esistono varietà dalla buccia verde o dalla buccia nera), dovrà essere morbido ma resistente alla pressione di un dito. Il frutto non dovrà mai essere troppo morbido né tanto meno duro al tatto (il ché significa che è ancora acerbo). E non abbiate paura di assaggiare questo frutto apparentemente esotico, ricordando che anche i pomodori, fino alla fine del XVIII secolo, in Europa erano considerati frutti prettamente ornamentali.

Ricetta dei tramezzini con guacamole e salmone

INGREDIENTI PER 16 tramezzini:

  • 12 fette di pane a cassetta integrale
  • 1 avocado
  • 250g di salmone affumicato tagliato a coltello
  • 160g di caprino fresco di capra
  • 4 pomodori piccoli
  • succo di 1/2 limone
  • erba cipollina
  • olio extra vergine
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:
Togliete la polpa dei pomodorini tagliando poi a dadini. Sminuzzate l’erba cipollina usando un paio di forbici. Ricavate la polpa dell’avocado schiacciando con una forchetta. Mai usare il frullatore per questo procedimento perché altererebbe la consistenza della salsa, rendendola troppo liscia e meno densa.
Aggiungete immediatamente il suco di limone, evitando così che l’avocado si ossidi assumendo un colore scuro. Condite con l’olio extra vergine, il sale, il pepe e amalgamando poi i pomodori tagliati a dadini e l’erba cipollina.

Tagliate il salmone a coltello, in piccoli pezzetti, e tagliate i bordi del pane a cassetta.

Si dovrà procedere poi con la costruzione dei tramezzini: ci occorrono 3 fette alla volta. Sulla prima fetta spalmate il caprino e uno strato di salmone a pezzettini. Sulla seconda fetta spalmate un generoso strato di guacamole, coprendolo infine con una fetta di pane.

Il “panino” così ottenuto andrà poi tagliato in 4 pezzi uguali.

Disponete sul piatto da portata

A receita em portugues!

INGREDIENTES PARA 16 “tramezzini”:

  • 12 fatias de pao de forma integral
  • 1 abacate
  • 250g di salmao defumado cortado na faca
  • 160g di queijinho fresco di cabra
  • 4 tomates pequenos
  • suco di 1/2 limao
  • cebolinha verde
  • azeite de boa qualidade
  • Sal e pimenta a gosto

COMO FAZER:
Como primeira coisa, retiro a polpa dos tomares e corto em pedacinhos. Corto em seguida, usando um par de tesouras, a cebolinha verde. Retiro a polpa do abacate amassando bem com um garfo. Nunca uso o liquidificador porque a consistencia nao fica a mesma. Ficaria bastante mole!
Logo em seguida coloco o suco de limao, pra evitar que o abacate fique escuro. Tempero com o azeite, o sal, a pimenta e em seguida misturo delicadamente com os tomates cortados em pedacinhos e a cebolinha verde.

Corto o salmao defumado com a faca, em pequenos pedaços, corto também as bordas do pao de forma.

Pra montar os “tramezzinis”: uso 3 fatias de pao de forma de cada vez. Na primeira fatia passo o queijo fresco de cabra e uma camada de salmao. Na segunda fatia coloco uma generosa quantidade de guacamole, cobrindo enfim com a ultima fatia de pao.

Cortar cada sanduiche em 4 partes triangulares iguais.

Servir num bonito prato!